L’Ascolana Tenera è tra le varietà italiane più pregiate: una cultivar tipica delle dolci colline marchigiane. I suoi frutti, ricchi di succo e polpa, sono buoni da essere consumati da soli in salamoia, ripiene per la tipica ricetta ascolana ed infine danno un ottimo olio di oliva.
  • CULTIVAR: Ascolana Tenera.
  • ZONA DI PRODUZIONE: Comune di Jesi.
  • TERRENO: Argilloso con buone percentuali di sabbia e ghiaia.
  • SISTEMA DI ALLEVAMENTO: Vaso policonico.
  • RESA PER PIANTA: 25 Kg. circa.
  • RACCOLTA: Brucatura a mano.
  • MOLITURA: Entro le 4 ore.
  • ESTRAZIONE: Continua senza aggiunta di acqua a 24°C.
  • ACIDITÀ: g/100g (Acido oleico ) da 0,15 a 0,20.
  • DELTA K: K 0,00.
  • POLIFENOLI TOTALI: (mg/Kg come acido gallico) da 400 a 450 circa variabili con l’annata.
  • NUMERO PEROSSIDI: meq (ossigeno attivo/kg) 2,5 – 4.
  • COLORE: Verde tendente al giallo.
  • PROFUMO: Complesso ed intenso con particolare sentore di foglia di pomodoro.
  • SAPORE: Deciso nelle sue sensazioni in cui la dolcezza, l’amaro ed il piccante sono in perfetto equilibrio.
  • ABBINAMENTI: Primi piatti ben conditi, carni bollite, crudità.
icona pdf SCARICA LA SCHEDA